Home  -   Chi Siamo  -   Cronache  -   Calendario Corse  -   Porcari Corre  -   News & Eventi  -   Il Medico Risponde  -   Tabelle Allenamento  -   Spazio Video  -   Contattaci
Home   -  In Evidenza   -  Notizia

27/09/2015

MIGLIORI TEMPI MARATONA E MARATONINA ALL TIME

27/09/2015

PORCARI CORRE INFORMAZIONI essenziali

02/02/2012

PREMIO SPECIALE ALL'ATLETICA PORCARI

27/12/2011

A STAFFOLI IL PRIMO NOVEMBRE

22/10/2011

FESTA DELLO SPORT A PORCARI

20/09/2011

SABATO 30 LUGLIO TORTELLATA PORCARESE

05/07/2011

FESTA MEDIEVALE A MONTECARLO il 21 maggio

04/05/2011

A MONTECARLO CORRI CON PAOLO

14/04/2011

CON LA PORCARI CORRE LA MOSTRA SUGLI ETRUSCHI

23/11/2010

UN GRANDE GRUPPO DAVANTI A UNA BIANCA CHIESA

29/06/2010

PORCARI ALLAGATO: NIENTE CORSA ALLA CROCE VERDE

19/06/2010

A MONTECARLO IL 28 AGOSTO

01/01/2010

LOCANDINA DELLA PORCARI CORRE 2010

14/12/2009

Il tempo corre veloce: attivarsi!!!!

PREMIAZIONE SOCI 2009 E CENA SOCIALE

12/11/2009

IL 6/12 PREMIAZIONE E 08/12 CENA

MONTECARLO XVI FESTA DEL VINO NOVELLO

07/11/2009

7-8 NOVEMBRE 2009

A PORCARI CI SIAMO DIVERTITI

24/02/2009

in una mattinata di freddo sole i km passavano svelti

A PORCARI CI SIAMO DIVERTITI

01/02/2009

una domenica di freddo sole, dove i km passavano svelti

Nuovo record della manifestazione con 7423 iscritti. Gruppi da tutta Italia, oltre ai podisti toscani e di La Spezia, tanti ragazzi delle scuole con i loro genitori: una bella festa sulle colline dei Comuni di Porcari, Capannoni, Montecarlo e Pescia.
Le piogge che hanno inzuppato la zona fino a pochi giorni dalla manifestazione non hanno rovinato i percorsi e solo quello di 25 km è stato leggermente modificato per un tratto impraticabile così da risultare di un km più corto. Una moltitudine di magliette, cappellini, lungo i sentieri che in colline contrapposte sembravano avvicinarsi e allontanarsi, quasi come illusori giochi di specchio. Il cielo azzurrino, la temperatura fredda da tipico inverno, i respiri che uscivano come sbuffi di vapore, i guanti, i filari di viti appena potate, i boschi con i loro odori, i borghi, Montecarlo con la rosso vestita Filarmonica G. Puccini, i suonatori degli strumenti a fiato con le guance rosse riempite d'aria. C'erano i soldati medievali con i loro abbigliamenti che facevano movimenti di spade, la catapulta che gettava incontro ai partecipanti non più quelle belle vecchie pietre rozze, ma teneri pacchetti di fazzoletti Regina. Alla Nina un cartello, nuova gogna mediatica, con due buchi per le teste che si affacciavano sulla scritta "Porcari Corre - C'ero anch'io" e giù fotografie ricordo. Veneri con il suo campanile appuntito, la vecchia Cassia dimenticata e per questo così ben conservata, sua maestà il Quercione, quasi benevolo nei confronti dei podisti, e solitamente schivo della notorietà e annoiato dalla visite, con i suoi rami in perenne equilibrio instabile tanto da farci pensare a dolori lancinanti a quelle che sono le sue spalle. Ristori che hanno nella loro vicinanza il loro punto debole: i corridori non fanno in tempo a metabolizzare il ricordo del mangiato, a gustarne il sapore, che già all'orizzonte un'altra struttura li aspetta con specialità da non poter lasciare, almeno una volta nella vita, a Porcari ovviamente. L'uovo fritto su crostone di pane oppure sodo con salsa verde o forse filetti di acciughe annegati in pesto di prezzemolo ed aglio? Si può, quando ormai siamo in vista della Torretta soffermarci perfino per un caffè (con panna ovviamente) un biscottino e poi magari un liquorino caldo, tanto per gradire. Con il calore aggiunto non è così difficile raggiungere la Torretta, dare uno sguardo a 360 gradi fino a Lucca, le Pizzorne, le Apuane innevate, il Monte Serra e poi, attenti agli scalini, riprendere la discesa dolce e romantica verso il Poggetto, l'attraversamento del Vicolo Toschi, luogo antico dominato dall'alta torre campanaria, e dopo una visita fugace in Piazza fra i preparativi del Carnevale, tutti all'arrivo.
Per placare l'ansia o la sete ogni bendiddio è a disposizione: vanno per la maggiore le torte di verdura preparate da una pasticceria locale (quintali e quintali con quelle al cioccolato, meno famose, ma ottime) che ogni tanto vengono mescolate con buccellato o dolci casalinghi. Per gli amanti del salato pane casereccio arrostito su grata con pasta di salsiccia. E allora ci vuole anche un buon bicchiere di vino delle colline di via delle Pollinelle. In disparte, quasi privatamente, un ristoro per celiaci, amici meno fortunati, gestito dalla Alpipan leader nel settore.
Con le mani piene di dolci e di premi i podisti se ne sono tornati verso le loro case, chi dopo una visita a Collodi o a Lucca. Molti si sono recati a Viareggio, al Carnevale, specialmente gruppi sportivi provenienti dalla Padania.
Ovviamente resterà in loro il ricordo di una festa. Ed anche i dolori alle gambe per un percorso impegnativo, corso spensieratamente, quasi inconsapevolmente, ma ottimo per preparare impegni agonistici successivi, senza l'assillo del "dover fare", delle ripetute, di un totale km da raggiungere. Forse, pensandoci, è riscoprire quanto è bello correre.
Quelli dell'Atletica Porcari ogni anno fanno una scommessa con i podisti e con loro stessi. Anche quest'anno l'hanno vinta.
Andrea Bartalesi

GRANDE FESTA IN CASA MAGLI -Lucia laureata in Medicina

24/10/2008

Lucia laureata in medicina

GITA A SINALUNGA - CASTIGLION DEL LAGO - 12/10/08

04/09/2008

33° Passeggiata alla Fiera

23 gennaio - venerdì ORE 20.30 Palazzo di Vetro Fondazione Lazzareschi

01/09/2008

PRESENTAZIONE 25° PORCARI CORRE

SALUTO DEL PRESIDENTE

21/07/2008

E' nato il nostro sito

Tortellata Trevigliana in Corte di Luigi del Lupo

02/07/2008

2 Agosto 2008